Approfondimento della notizia pubblicata mercoledì 18 aprile 2001 - ore 00:00

Argomento: 26
Personale: Precari di ogni ordine di scuola
Scuola: Settore secondario (scuola media inf. e sup.)

GRADUATORIE PERMANENTI
Il TAR del Lazio abolisce le fasce e quindi… La posizione dello Snals.
Con sentenza del 3 aprile 2001 il TAR ha stabilito che le fasce vanno abolite e la graduatoria permanente deve essere unica e redatta solo in base al punteggio. Il MPI ha presentato ricorso al Consiglio di Stato per ottenere la sospensiva . Sono gravi le preoccupazioni per il funzionamento della scuola statale perché possono essere così bloccate sia le operazioni di supplenza che di immissioni in ruolo. Sono inoltre messi in discussione i diritti di ognuno, di chi si ritiene avvantaggiato o penalizzato da questa sentenza. Trasmettiamo il testo del comunicato stampa diramato in data 13 aprile: GRADUATORIE PERMANENTI: LA POSIZIONE DELLO SNALS Sulle sentenze del 3 aprile in merito al sistema delle graduatorie permanenti del personale della scuola di cui alla legge 124/99, il Segretario Generale dello SNALS, prof. Fedele Ricciato, ha dichiarato: "Esiste il testo della legge 124/99, esiste una normativa attuativa della stessa legge che ha previsto le fasce, esiste l'interesse delle parti coinvolte nei ricorsi in merito alle procedure per la compilazione delle graduatorie e in questa situazione lo SNALS non può non denunciare, ancora una volta, il disorientamento ed il disappunto della categoria e si augura che prevalga la più equa e legittima soluzione. L'obiettivo di tutti gli interessati alle graduatorie permanenti - ha continuato Ricciato - rimane quello di poter sottoscrivere in tempi brevi un contratto a tempo indeterminato e di uscire, di conseguenza, da un rapporto di lavoro non stabile e da uno status giuridico ed economico precario. Pertanto, il Ministro della Pubblica Istruzione, oltre a dover affidare inevitabilmente alla Magistratura la soluzione del problema, dovrebbe autorizzare con decreto un numero di assunzioni a tempo indeterminato pari a quello dei posti vacanti, condizione indispensabile per dar seguito alle legittime aspettative dei lavoratori interessati alle graduatorie comunque compilate e per garantire la continuità didattica nella scuola dell'autonomia."

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO