Approfondimento della notizia pubblicata mercoledì 28 agosto 2019 - ore 16:16

Argomento: Le schede dello Snals
Personale: Tutto il personale in servizio
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

ANNO DI FORMAZIONE

Attivita computabili e non computabili. Scheda 182

Visualizza e stampa il testo in formato pdf 

 

 182

 

                 SNALS conf.s.a.l.                 

                             segreteria provinciale di Venezia

 

LE SCHEDE DELLO SNALS

 

        Ai docenti neo immessi in ruolo

 

Vi auguriamo una brillante carriera scolastica e vi garantiamo la nostra vicinanza e la nostra assistenza. Lo Snals c’è.

Per cominciare vi offriamo delle indicazioni  utili anche per le incombenze burocratiche e per organizzare al meglio il vostro primo anno di incarico a tempo indeterminato.

Questo è il primo contributo. Buon lavoro.

 

SERVIZI UTILI AI FINI DEL PERIODO DI FORMAZIONE E DI PROVA

D.M. n.850 del 27/10/2015

 

1.      I docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato sono tenuti ad effettuare il periodo di formazione e di prova.

 

2.      Il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell’anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche.

 

3.      Sono computabili nei centottanta giorni tutte le attività connesse al servizio scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione delle lezioni e delle attività didattiche, gli esami e gli scrutini ed ogni altro impegno di servizio, ad esclusione dei giorni di congedo ordinario e straordinario e di aspettativa a qualunque titolo fruiti. Va computato anche il primo mese del periodo di astensione obbligatoria dal servizio per gravidanza.

ATTIVITA’ COMPUTABILI

Nei centottanta giorni sono computate tutte le attività connesse al servizio scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione delle lezioni e delle attività didattiche, gli esami e gli scrutini ed ogni altro impegno di servizio, ad esclusione dei giorni riferibili a ferie, assenze per malattia, congedi parentali, permessi retribuiti e aspettativa. Va computato anche il primo mese del periodo di congedo di maternità dal servizio per gravidanza.

In dettaglio: 

o   tutti i giorni lezione

o   il giorno libero

o   tutte le domeniche, i giorni festivi e  le quattro giornate di riposo previste dalla lettera b), art. 1 legge 23.12.1977 n. 937; 

o   le vacanze pasquali e natalizie.

o   il periodo fra il 1° settembre e l’inizio delle lezioni, se sono previste attività di programmazione didattica.

o   i periodi d’interruzione dell’attività didattica dovuti a ragioni di pubblico interesse (chiusura scuole, , elezioni politiche ed amministrative etc.,   ragioni profilattiche);

o   i giorni dedicati agli esami e scrutini, compresi gli esami di Stato, se vi si partecipa per la classe di concorso di insegnamento.

o   il primo mese di congedo per maternità o interdizione dal lavoro per gravi complicanze.

o   il periodo di servizio oltre al 30 aprile, per docenti rientrati in servizio e impiegati in attività didattiche che rientrino nella classe di concorso di titolarità.

o   la frequenza di corsi di formazione e aggiornamento indetti dall’amministrazione scolastica, compresi quelli organizzati a livello di istituto il periodo prestato in qualità di dirigente incaricato.

o   il servizio prestato in qualità di componente le commissioni giudicatrici dei concorsi .

o   il periodo compreso tra l’anticipato termine delle lezioni a causa di elezioni politiche e la data prevista dal calendario scolastico (C.M. 180 dell’1 1.7.1979).

o   i periodi di aspettativa per mandato parlamentare.

o   il servizio prestato nelle commissioni degli esami di Stato;

 

ATTIVITA’ NON COMPUTABILI

o   i giorni di ferie,

o   i permessi retribuiti e non retribuiti (es. congedo matrimoniale, permessi per motivi personali, per lutto, legge 104/92 ecc.),

o   assenza per malattia (compreso l’infortunio),

o   aspettativa per ragioni familiari o altre aspettative (a meno che la legge che le regola non preveda esplicitamente che sono considerate nel periodo di prova),

o   le vacanze estive,

o   i periodi di congedo di maternità/interdizione dal lavoro (escluso il primo mese), di congedo parentale o di malattia del bambino, anche se retribuiti, previsti dal T.U. 151/2001,

o   i periodi di chiusura della scuola per vacanze estive, ad eccezione dei periodi di partecipazione alle sessioni di esame,

o   le due giornate che vanno aggiunte alle ferie ai sensi della legge 23.121977 n. 937.

 

 

4.      Nei centoventi giorni di attività didattiche sono compresi sia i giorni effettivi di insegnamento  sia i giorni impiegati presso la sede di servizio per ogni altra attività preordinata al migliore svolgimento dell’azione didattica, ivi comprese quelle valutative, progettuali, formative e collegiali.

 

 

Mestre, 26 agosto 2019                                                                                                                                                                                                                            pc2sc182annodiformazione

 

SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO LAVORATORI SCUOLA aderente alla CONF.S.A.L.

via A. Aleardi, 80-82- 30172 Venezia-Mestre. tel. 041958464 (2 linee r.a.); fax 041951188.

www.snalsvenezia.it ;      snals@snalsvenezia.it

 

 

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO