Approfondimento della notizia pubblicata lunedì 29 luglio 2019 - ore 14:45

Argomento: Concorsi ordinari e riservati
Personale: Precari di ogni ordine di scuola
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

CONCORSO ORDINARIO

Per docenti INFANZIA E PRIMARIA

 

Pubblicato il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11 giugno 2019

Con cui si autorizza il MIUR ad avviare le procedure di reclutamento per docenti dell'infanzia e primaria.

Aspettare il bando per la presentazione delle domande

 

Disponibile un totale di n. 16.959 posti, di cui n. 10.624 per l'anno scolastico 2020/2021 e n. 6.335 per l'anno scolastico 2021/2022.

Si potrà partecipare in una sola regione a tutte le procedure per cui si ha titolo.

 

 

Il concorso è bandito per

  • infanzia posto comune
  • primaria posto comune
  • sostegno infanzia
  • sostegno primaria

 

 

Titoli di accesso

 

Posti comuni

  • laurea in Scienze della formazione primaria o
  • diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal MIUR

 

Per i posti di sostegno è necessario essere in possesso, oltre ad uno dei titoli suddetti, anche del titolo di specializzazione sul sostegno

 

 

 

 

Prova preselettiva

 E’ prevista solo se il numero dei candidati per regione sarà 4 volte superiore al numero dei posti del bando.

 

 

Prova scritta

Se si svolgerà la prova prelesettiva, avrà accesso alla prova scritta un numero di candidati tre volte superiore rispetto ai posti (più tutti coloro che avranno il punteggio dell’ultimo candidato ammesso)

Tre quesiti per la prova scritta, due per il relativo grado di scuola, più quello di lingua (inglese obbligatorio per la primaria, lingua a scelta tra inglese, francese, spagnolo e tedesco per infanzia).

I quesiti – a risposta aperta – accerteranno conoscenze e competenze sulle tematiche disciplinari e professionali del grado di scuola.

Anche per i posti di sostegno i questi accerteranno la conoscenza di contenuti, procedure e metodologie didattiche relative alle diverse tipologie di disabilità.

 

 

Prova orale

La prova orale sarà di carattere disciplinare, e verterà ad accertare anche la conoscenza delle tecnologie informatiche e la conoscenza della lingua straniera a livello almeno B2.

Per la lingua non è necessario essere in possesso di relativa certificazione, ma bisognerà dimostrare di essere competente a livello B2.

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO