Approfondimento della notizia pubblicata mercoledì 10 luglio 2019 - ore 11:20

Argomento: Mobilità annuale
Personale: Tutto il personale in servizio
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

UTILIZZAZIONI ED ASS. PROVVISORIE

Scadenza domande.

Le precedenze.

1.SCADENZA DOMANDE:

ü  Docenti: dal 9 luglio al 20 luglio. In modalità online sul portale di istanze online

 

ü  ATA: dal 9 luglio al 20 luglio. In modalità cartacea

 

ü  Personale educativo e docenti di religione cattolica dal 9 luglio al 20 luglio. In modalità cartacea

 

ü  Docenti DDG 85/2018 (che hanno svolto nel corso dell’anno 2018/19 il percorso annuale    FIT): dal 9 luglio al 20 luglio. In modalità cartacea

 

NON SUSSISTE NELLA MOBILITA’ ANNUALE ALCUN VINCOLO TRIENNALE. Pertanto anche il personale che sia stato soddisfatto nella mobilità su una preferenza analitica può chiedere l’utilizzazione e/o l’assegnazione provvisoria.

 

 

 

2. LE PRECEDENZE (CCNI su Mobilità annuale del 12.6.2019: art.  8 per i docenti; art. 18 per gli ATA)

 

Le precedenze di seguito riportate sono valide sia per l’utilizzazione che per l’assegnazione provvisoria e seguono il seguente ordine di priorità:

a)    Personale non vedente;

b)    Personale emodializzato;

c)    Personale trasferito d’ufficio o a domanda condizionata a partire dall’a.s. 2011/12 e/o successivi che richiede il rientro nella scuola di ex titolarità (limitatamente alle utilizzazioni all’interno della stessa provincia)

d)    Personale con disabilità di cui all’art. 21 della Legge 104/92;

e)    Personale non necessariamente disabile che per gravi patologie ha bisogno di cure particolari a carattere continuativo (ad es. chemioterapia). La preferenza sintetica del comune in cui esista il centro di cura specializzato è obbligatoria anche nel caso in cui nel comune esista una sola istituzione scolastica;

f)     Personale di cui al comma 6 dell’art. 33 della Legge 104/92 (soggetto in situazione di gravità). E’ obbligatorio indicare come prima preferenza il comune o distretto di residenza anche nel caso di comuni in cui sia presente una sola istituzione scolastica per il riconoscimento della precedenza;

g)    Personale di cui all’art. 33 commi 5 e 7 della Legge 104/92 che sia genitore o eserciti tutela legale nei confronti di soggetto disabile in situazione di gravità. Nel caso di genitori deceduti o totalmente inabili la precedenza viene riconosciuta ad uno dei fratelli o delle sorelle conviventi con il soggetto disabile;

h)    Personale di cui all’art. 33 commi 5 e 7 della Legge 104/92 coniuge o parte dell’unione civile di soggetto disabile in situazione di gravità;

i)     Personale solo figlio/a individuato come referente unico che presta assistenza al genitore in situazione di gravità;

l)     Lavoratrici madri e lavoratori padri di figli di età non superiore a 6 anni (si considerano i figli che compiono i 6 anni tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre dell’anno in cui si effettua il movimento);

m)   Lavoratrici madri e lavoratori padri con prole di età superiore a 6 anni e inferiore ai 12 anni (limitatamente alle assegnazioni provvisorie interprovinciali);

n)    Personale di cui all’art. 33 commi 5 e 7 della Legge 104/92 unico parente o affine entro il secondo grado ovvero entro il terzo grado qualora i genitori o il coniuge o parte dell’unione civile della persona con handicap grave abbiano compiuto i 65 anni di età oppure siano affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti;

 

Relativamente ai punti g, h, i, n è necessaria produrre le certificazioni sanitarie attestanti la gravità del disabile, la precedenza viene riconosciuta anche se è rivedibile purchè si evinca la necessità di assistenza continuativa, globale e permanente e che la durata del riconoscimento travalichi l’inizio dell’anno scolastico per il quale viene disposta l’utilizzazione o l’assegnazione provvisoria. Con riferimento ai punti i ed n deve essere dimostrata con certificazione la condizione di esclusività dell’assistenza al soggetto in situazione di gravità da cui si prescinde solo nel caso di convivenza con il soggetto disabile. E’ obbligatorio indicare come prima preferenza il comune o distretto sub-comunale di assistenza anche se in esso esiste una sola istituzione scolastica.

o)    personale cessato a qualunque titolo dal collocamento fuori ruolo;

p)    coniuge convivente del personale militare trasferito d’autorità (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie). Viene riconosciuta la precedenza per il comune dove il personale militare è stato trasferito d’ufficio o ha eletto domicilio all’atto del collocamento in congedo. E’ necessario allegare la certificazione del trasferimento d’autorità, una autocertificazione attestante la convivenza e indicare come prima preferenza il predetto comune anche se preceduto da preferenze analitiche di scuole appartenenti allo stesso. Per detto personale in mancanza di disponibilità è previsto un provvedimento di messa a disposizione.

q)    personale chiamato a ricoprire cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie). E’ obbligatorio indicare come prima preferenza sintetica il comune o distretto sub-comunale di riferimento del mandato anche se preceduta da preferenze analitiche di scuole appartenenti al suddetto comune.

r)    personale che riprende servizio al termine dell’aspettativa sindacale (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie interprovinciali). Ha diritto di precedenza per la provincia ove ha svolto attività sindacale e nella quale risulti domiciliato da almeno 3 anni.

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO