Approfondimento della notizia pubblicata giovedì 19 novembre 2009 - ore 16:33

Argomento: Argomento generale
Personale: Tutto il personale in servizio
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

NO AD AULE SOVRAFFOLLATE

La nostra iniziativa continua…

Il TAR continua a ignorare le norme sulla evacuazione antincendio  e 4 novembre 2009 non accoglie la nostra domanda cautelare.  Al Consiglio di Stato!

 

 

Nei prossimi giorni  commenteremo in modo più analitico l’ordinanza del mancato accolgimento del TAR Veneto.

Intanto proponiamo un fac simile da compilare per i docenti che insegnano in classi superiori a 25 alunni:

 

 

AL DS

e, p.c., al RLS

della Scuola________________

 

Oggetto: La sicurezza a scuola. Classi sovraffollate. Responsabilità.

 

 

Il sottoscritto_____________________________________________________________

 

docente t.i/t.d.________________________ presso codesto Istituto

 

segnala formalmente quanto segue:

 

nelle classi _______________ dove insegna, sono presenti, rispettivamente, n.___________

 

alunni per aula.

 

Il decreto Ministeriale Interno del 26 agosto 1992 (in G.U. 16 settembre 1992, n. 218 – Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica -), art. unico, punto 5.0, recita:

Il massimo affollamento ipotizzabile è fissato in:

aule: 26 persone/aula. Qualora le persone effettivamente presenti siano numericamente diverse dal valore desunto dal calcolo effettuato sulla base della densità di affollamento, l’indicazione del numero delle persone deve risultare da apposita dichiarazione rilasciata sotto la responsabilità del titolare dell’attività;

aree destinate a servizi: persone effettivamente presenti + 20%;

refettori e palestre: densità di affollamento pari a 0,4 persone/m.

 

Detta condizione di aule sovraffollate:

  • è in violazione delle norme per l’evacuazione in caso di emergenza (DM citato),
  • danneggia la qualità dell’azione didattica,
  • crea problemi di sicurezza
  • Incide sulla determinazione degli organici.

 

Il sottoscritto, nel sottolineare le anomalie e i rischi presenti nelle aule, 

chiede

al Dirigente Scolastico, in qualità di responsabile della sicurezza dell'Istituto, l'applicazione della normativa sopra riportata al fine di garantire le migliori condizioni ambientali per il lavoro dei dipendenti e la formazione degli alunni.

Invita

codesta dirigenza ad intervenire, per quanto di sua competenza.

Si ritiene completamente esente da qualsivoglia responsabilità di tipo disciplinare, amministrativa, civile e penale.

 

Con riserva di ogni azione, intesa a garantire la sicurezza di alunni e personale.

 

 

Data                                                                                                                                       Firma

 

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO