Approfondimento della notizia pubblicata lunedì 1 dicembre 2008 - ore 10:37

Argomento: Argomento generale
Personale: Tutto il personale in servizio
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

PIANO PROGRAMMATICO…

… attuativo della legge 133.

Il parere favorevole (ma con riserva) della VII Commissione.

 

Lo Snals valuta con attenzione alcuni punti contenuti nel Parere ma

 

1) - conferma l’ impegno a verificare la corrispondenza tra le indicazioni contenute nel parere con i provvedimenti attuativi che saranno emanati dall’Amministrazione scolastica;

 

2) - ribadisce la richiesta di tavolo politico a Palazzo Chigi per individuare un percorso condiviso, finalizzato ad una razionalizzazione della spesa della scuola, senza arrecare pregiudizio alla qualità della prestazione.

 

 

 

A) Ecco alcuni punti chiarificatori e/o innovativi contenuti nel Parere...

 

Scuola dell’infanzia

  • L’ orario obbligatorio delle attività didattiche dovrà garantire prioritariamente il tempo di 40 ore con l’assegnazione di due docenti per sezione.
  • Lo svolgimento delle attività didattiche nella fascia antimeridiana con l’assegnazione di un unico docente per sezione, sulla base dell’esplicita richiesta delle famiglie dovrà essere previsto solo come modello organizzativo residuale.

 

 

Scuola primaria

  • L’attivazione di classi affidate ad un unico docente funzionanti per 24 ore settimanali sarà effettuata solo sulla base di specifiche richieste delle famiglie e saranno garantiti gli insegnamenti specialistici di religione e di inglese.
  • Il tempo scuola sarà stabilito in funzione non soltanto delle esigenze di riorganizzazione didattica, ma soprattutto in ragione della domanda delle famiglie e saranno garantite differenti articolazioni dell’orario scolastico a 24, 27, 30 e 40 ore.
  • Per le classi funzionanti a tempo pieno saranno assegnati due docenti per classe.

 

 

Scuola secondaria di II grado

Per le nuove tipologie dei licei e degli istituti tecnici e professionali si dovrà tenere in dovuto conto, ai fini dell’accorpamento delle classi di concorso e delle conseguenti assegnazioni delle cattedre, la competenza disciplinare specifica degli attuali docenti, anche ai fini della riconversione professionale dei docenti in esubero.

 

Riorganizzazione della rete scolastica

Si dovrà tenere conto degli accordi interistituzionali stipulati in sede di Conferenza unificata Stato-regioni e autonomie locali;

 

Utilizzo delle risorse umane

 Il criterio della formazione delle classi deve rispettare i parametri stabiliti per legge, condizionanti l'agibilità delle aule e dei laboratori scolastici.

 

 

Nel Parere approvato sono inserite anche alcune osservazioni, la più rilevante delle quali, sotto il profilo sindacale, è quella in cui si invita a valutare l’opportunità di avviare un processo di superamento del ricorso all’esternalizzazione dei servizi, in presenza di personale ATA impiegato a tempo indeterminato nelle scuole.

E’ questa la risposta a quanto richiesto esplicitamente ed unicamente dal nostro sindacato fin dalla emanazione del D.L.112/2008.

 

 

 

B) … eccone altri – negativi –riconfermati

-         Saranno ridotte le classi funzionanti con il tempo prolungato, in assenza di richiesta effettiva delle famiglie e delle condizioni di funzionalità, e, viceversa, sarà garantito che quelle realmente operanti, con il numero richiesto di alunni frequentanti, possano funzionare fino a 40 ore, compatibilmente con le risorse di organico, soddisfacendo le domande delle famiglie.

- Sarà previsto l'aumento del numero minimo medio degli alunni per classe, al fine di rispettare i parametri di agibilità. (?).

 - Nella scuola secondaria di I grado sarà previsto un orario obbligatorio     flessibile dalle 29 alle 30 ore settimanali, secondo i piani dell’offerta formativa delle scuole autonome.


 - Saranno  riviste le tabelle che determinano l'organico di vari profili professionali del personale ATA.

 

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO