Approfondimento della notizia pubblicata giovedì 9 novembre 2006 - ore 10:47

Argomento: Argomento generale
Personale: Tutto il personale in servizio
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

FINANZIARIA 2007 - 2

La Finanziaria e … la riforma della Scuola.

SNALS conf.s.a.l.    

segreteria provinciale di Venezia

 

 

          LEGGE FINANZIARIA 2007

         E ...RIFORMA DELLA SCUOLA

artt. 66, 68

 

 

Le ricadute della Finanziaria sulla Scuola sono molteplici. C’è un aspetto che riguarda “interventi per realizzare economie” (più semplicemente noi li definiamo “tagli”), che abbiamo illustrato in un altro volantino  (Finanziaria e ...tagli); c’è una parte che interviene sul sistema scuola (l’abbiamo chiamata “Riforma”), che lascia al Ministero la possibilità di fare della scuola tutto ciò che vorrà, demandandogli il compito di intervenire con decreti attuativi sui temi più disparati. A parte la scorrettezza di affidare ad una legge Finanziaria la riforma della scuola lasciando all'oscuro tutto il mondo della Scuola e il Paese, ci preoccupa la sostanza dei provvedimenti.  Ma andiamo per ordine e illustriamo, in modo comunque sintetico, alcuni punti che riguardano la “nuova riforma” :

 

Saranno ridotti i carichi orario settimanali delle lezioni per gli istituti professionali. Già dal 2007-2008 le prime due classi potrebbero passare da 40 a 36 ore settimanali.

Diminuiscono i docenti, diminuiscono le spese.

 

L’ istruzione obbligatoria dura 10 anni e si conclude con il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale triennale entro il 18^ anno di età.

L’età per l’accesso al lavoro è elevato da 15 a 16 anni.

E’ il “famoso” biennio unico che –così privo delle caratteristiche dei percorsi e non articolato e flessibile- potrebbe determinare un percorso di studio del secondo ciclo di soli tre anni!

 

Per l’edilizia scolastica e l’abbattimento delle barriere architettoniche è previsto uno stanziamento irrisorio (mediamente 5.000,00 euro per ogni istituto) e un ulteriore differimento del termine per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

 

 Le classi “primavera” per bambini dai 2 ai 3 anni di età. Il MPI assicura “interventi formativi per i docenti e i non docenti che chiedono di essere utilizzati nei nuovi servizi”

Si ripropone la funzione assistenziale della scuola dell’infanzia e, nella logica del percorso 0-6 anni, si sottolinea la continuità più con gli asili nido che con la scuola primaria.

I docenti della scuola dell’infanzia ritorneranno ad essere assistenti?

 

Dal 2007 sarà riorganizzato il sistema dell’IFTS (Istruzione e formazione tecnica superiore) nel quadro del potenziamento dell’alta formazione professionale e delle misure per valorizzare la filiera tecnico-scientifica.

 

I CTP (Centri territoriali permanenti – le 150 ore-) e i corsi serali saranno riorganizzati in “Centri provinciali per l’istruzione degli adulti”. Ad essi sarà riconosciuto un proprio organico distinto da quello degli ordinari percorsi scolastici.

 

Venezia, 6 novembre 2006                                                                       

 

 SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO LAVORATORI SCUOLA aderente alla CONF.S.A.L.

via A. Aleardi, 80-82- 30172 Venezia-Mestre. tel. 041958464 (2 linee r.a.); fax 041951188.

internet: www.snals.ve.it; www.snalsvenezia.it; e-mail: snals@gpnet.it.

 

Diritto di affissione all’albo sindacale- CCQN del 7.8.98, art.3

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO