Approfondimento della notizia pubblicata giovedì 6 luglio 2006 - ore 21:31

Argomento: Contratti a tempo indeterminato
Personale: Personale Direttivo e Incaricati
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

DIRIGENTI SCOLASTICI

Concorso riservato e concorso ordinario.

Dopo l’incontro che si è tenuto ieri presso il Ministero della Pubblica Istruzione con il Vice Ministro Bastico sui temi relativi al reclutamento dei dirigenti scolastici, SNALS-CONFSAL ha diramato il comunicato che si riporta.

 

 

FLC CGIL    CISL SCUOLA    UIL SCUOLA     SNALS CONFSAL

 

 

COMUNICATO UNITARIO

 

 

Incontro con il Vice Ministro Mariangela Bastico sul reclutamento dei Dirigenti Scolastici: concorso riservato e concorso ordinario.

 

Nel pomeriggio di ieri si è svolto l’incontro convocato dal Viceministro Bastico sul concorso riservato ai Presidi Incaricati a seguito di una specifica richiesta di FLC Cgil CISL Scuola UIL Scuola SNALS Confsal.

 

Con l’occasione si è discusso anche dei problemi emersi nello svolgimento del concorso ordinario per Dirigenti Scolastici.

 

Le Organizzazioni Sindacali hanno ribadito la richiesta di immediata emanazione del bando di concorso riservato previsto dalla legge 43/2005, essendo ormai ampiamente trascorso il tempo utile per la maturazione dell’anno di incarico ed essendo stati da tempo individuati i posti da mettere a concorso. Hanno fatto presente che tutti i posti vacanti al 1 settembre 2006, come da legge, devono essere messi a disposizione del riservato, anche quelli che dovessero liberarsi in periodo successivo all’emanazione del bando.

 

Hanno inoltre sottolineato la situazione estremamente variegata che si sta determinando nelle situazioni regionali relativamente allo svolgimento del concorso ordinario: ammissioni al periodo di formazione a seguito di Ordinanze dei Tar,  di sentenze, e,  talora per iniziativa dei Direttori regionali; in alcune situazioni i Tar e le Direzioni regionali hanno ordinato e operato in modo completamente opposto.

 

Le OO.SS. hanno fatto presente che, facendo salvi i diritti di chi è ammesso regolarmente al periodo di formazione, uno specifico intervento legislativo consentirebbe, sia per quanto riguarda il concorso riservato sia per quanto riguarda il concorso ordinario, di risolvere la questione di quanti sono destinati a non conseguire l’idoneità dal momento che al periodo di formazione possono accedere solo tanti candidati quanti sono i posti messi a concorso maggiorati del 10%.

 

Hanno infine ribadito la necessità di rivedere radicalmente la procedura concorsuale del prossimo ordinario essendo quella in corso piena di difetti e di farraginosità.

 

Il Vice Ministro Bastico ha convenuto con la necessità di emanare quanto prima il bando di concorso riservato e ha preso l’impegno ad operare in questa direzione fin dai prossimi giorni. I posti vacanti al 1 settembre 2006, anche quelli che si libereranno successivamente all’emanazione del bando, saranno appannaggio del riservato stesso. Si è riservata di valutare l’esigenza di interventi legislativi riguardanti coloro che hanno diritto al concorso riservato (stante la differenza tra posti attualmente disponibili e numero dei Presidi Incaricati che hanno diritto alla conferma).

 

Sul concorso ordinario ha precisato che è necessario consentire che esso faccia fino in fondo il suo percorso senza interventi legislativi che creerebbero molto contenzioso e potrebbero bloccare o invalidare l’intera procedura. Ha, inoltre, affermato che il Ministero non interverrà a sanatoria di situazioni controverse a meno di non dover ottemperare a precisi interventi della magistratura.

 

Bisogna invece procedere con il lavoro avviato sulla revisione delle procedure del concorso ordinario per il reclutamento dei Dirigenti Scolastici prevedendo una semplificazione e delegificazione della procedura ed il superamento della divisione per settori formativi.

 

FLC Cgil  CISL Scuola UIL Scuola SNALS Confsal prendono atto positivamente degli impegni presi sul versante del concorso riservato e ne verificheranno nei prossimi giorni gli atti conseguenti.

Ugualmente giudicano positivo l’impegno a rivedere la procedura concorsuale per il reclutamento dei Dirigenti Scolastici.

 

Si riservano, invece, in relazione alle risposte circa un mancato interventi legislativo e sui non ammessi al periodo di formazione  del concorso ordinario in corso di svolgimento, una valutazione di merito con la categoria.

 

Roma 6 luglio 2006

 

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO