Approfondimento della notizia pubblicata venerdì 21 ottobre 2005 - ore 16:29

Argomento: Contratti a tempo indeterminato
Personale: Precari di ogni ordine di scuola
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

IMMISSIONI IN RUOLO

Autorizzazione assunzioni a tempo indeterminato di docenti per gli anni scolastici  2006/2007 e 2007/2008.

  Questi i numeri per le immissioni in ruolo di soli docenti:

 

–per l'anno scolastico 2006/2007, n. 20.000 unità;
–per l'anno scolastico 2007/2008, n. 10.000 unità.

 

 

 

Nel merito lo SNALS-Confsal:

·          prende atto con soddisfazione che il piano abbia previsto la copertura di tutti i posti attualmente in organico di diritto;

·            rileva tuttavia che i prossimi pensionamenti saranno in numero maggiore a quello degli immessi in ruolo.

·         denuncia la discriminazione nei confronti del personale ATA, ne reclama l'immissione in ruolo con un adeguato contingente".

·          ha chiesto che, oltre al numero già stabilito del piano, si tenga conto del normale turn over sia per il personale docente che ATA;

 

 

 Nonostante questo ulteriore pacchetto di immissioni in ruolo il problema precariato rimane drammatico e necessita di un ulteriore impegno politico per coprire tutti i posti che saranno lasciati liberi a seguito di pensionamento. Nel biennio 2006/2007 e 2007/2008, saranno circa 60 mila unità.

Il problema va quindi risolto in maniera radicale e, in attesa del graduale completamento delle immissioni in ruolo, deve essere garantito a tutto il personale docente e ATA in servizio- sia per quello con contratto sino al 31 agosto 2006 sia per quello con contratto fino al 30 giugno 2006- la non licenziabilità, in attesa della immissione in ruolo.

 

 

 

 

 

Pubblichiamo il testo del decreto Decreto legislativo del 18 ottobre 2005

 

 

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA
di concerto con

IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA

e con

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale è stato approvato il Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

Vista la legge 3 maggio 1999, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia di personale scolastico;

Visto il decreto legge 3 luglio 2001, n. 255, convertito con modificazioni dalla legge 2 agosto 2001, n. 333 concernente disposizioni urgenti per assicurare l'ordinato avvio dell'anno scolastico;

 

Visto il decreto legge 7 aprile 2004, n. 97, convertito con modificazioni dalla legge 4 giugno 2004, n. 143, il cui articolo 1/bis dispone che "con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, di concerto con i Ministri per la Funzione Pubblica e dell'Economia e delle Finanze, è adottato, entro il 31 gennaio 2005, nel rispetto di quanto previsto dal comma 2, un piano pluriennale di nomine a tempo indeterminato che, nel corso del prossimo triennio, consenta la copertura dei posti disponibili e vacanti";

Visto l'art. 1, comma 128 della legge 30 dicembre 2004, n. 311;

Vista la legge 28 marzo 2003, n. 53, recante delega al Governo per la definizione delle norme generali sull'istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e di formazione professionale;

Visto il decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59, concernente la definizione delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione, ai sensi della legge n. 53 del 2003;

Visto il decreto legislativo n. 76 del 15 aprile 2005 concernente la definizione delle norme generali sul diritto-dovere all'istruzione e alla formazione, ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera c) della legge 28 marzo 2003, n. 53;

Preso atto dei posti di insegnamento disponibili e vacanti per l'anno scolastico 2005/2006 relativi alle dotazioni organiche del personale docente e di quelli ulteriori che si renderanno disponibili e vacanti per gli anni scolastici 2006/2007 e 2007/2008;

Ritenuto che con la previsione del piano pluriennale di cui all'articolo 1/bis del decreto legge 7 aprile 2004, n. 97, convertito con modificazioni dalla legge 4 giugno 2004, n. 143, si è inteso assicurare stabilità al sistema scolastico e coerenza con i processi di riforma introdotti dalla citata legge n. 53 del 2003 e dai relativi decreti legislativi attuativi;

Visto il decreto legge n. 115 del 30/6/2005 concernente "disposizioni urgenti per assicurare la funzionalità di settori della Pubblica Amministrazione" ed, in particolare, l'art. 3 con il quale, al fine di assicurare il regolare inizio dell'anno scolastico 2005/2006, in attesa della definizione del piano pluriennale di assunzioni previsto dal citato art. 1/bis della legge 4 giugno 2004, n. 143, si autorizza

 

il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ad assumere per il predetto anno con contratto a tempo indeterminato un contingente di trentacinquemila unità di personale docente;
DECRETA

Art. 1
1. In attuazione dell'articolo 1/bis del decreto legge 7 aprile 2004, n. 97 convertito con modificazioni dalla legge 4 giugno 2004, n. 143 sono autorizzate assunzioni a tempo indeterminato di personale docente, per gli anni scolastici compresi nel triennio 2005/2007, secondo il seguente piano:

– per l'anno scolastico 2005/2006, n. 35.000 unità già previste dal decreto legge n. 115 del 30 giugno 2005;
– per l'anno scolastico 2006/2007, n. 20.000 unità;
– per l'anno scolastico 2007/2008, n. 10.000 unità.

2. Il contingente di cui al comma 1 è ripartito, annualmente, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca tra i diversi gradi di istruzione.
3. Ai sensi dell'art. 3, comma 2, del citato decreto legge n. 115 del 30/6/2005 le nomine sono conferite solo se nel triennio di attuazione del piano non determinano situazioni di soprannumerarietà.
4. Le assunzioni a tempo indeterminato sono effettuate sui posti che risultano a tal fine disponibili e vacanti, dopo la conclusione di tutte le operazioni di utilizzazione e di assegnazione provvisoria del personale in servizio con contratto a tempo indeterminato.
5. Il presente decreto che non comporta maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato, sarà inviato alla Corte dei Conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

 

 

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE,
DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA
 

IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA

 

 

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO