Approfondimento della notizia pubblicata mercoledì 6 ottobre 2004 - ore 00:00

Argomento: 29
Personale: Personale Direttivo e Incaricati
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

DIRIGENTI SCOLASTICI
Concorso a dirigente scolastico.
Informativa del MIUR sul bando ordinario a 1.500 posti a dirigente scolastico. L'informativa del MIUR Secondo il ministero sono circa 400 mila gli aspiranti. Stima che tra l'emanazione del bando e la conclusione del concorso, con le nomine dei vincitori, possano trascorrere due anni e mezzo. E' stato rilevato che, riguardo alla fase della selezione per titoli, le commissioni non avranno alcun potere discrezionale, in quanto la selezione si baserà su titoli oggettivi per i quali sarà sufficiente il risconto dell'effettivo possesso. L'ipotesi di tabella dei titoli sarà inviata quanto prima al CNPI per il parere. E' da rilevare altresì, riguardo ai titoli, che essi, nella procedura concorsuale, vengono utilizzati una sola volta per l'accesso al concorso di ammissione e alla successiva fase della formazione. Il punteggio finale dei vincitori risulterà esclusivamente dalla somma dei voti riportati nell'esame finale. Ecco altre informazioni: - requisiti di partecipazione: servizio effettivamente prestato di almeno 7 anni con il possesso della laurea (rimane aperta la questione se il requisito del possesso della laurea debba essere contestuale o meno a quello del servizio, sebbene l'Amministrazione abbia manifestato l'orientamento a diramare successivamente all'emanazione del bando una nota esplicativa con la quale chiarirà che il requisito previsto è quello dei 7 anni di ruolo e la laurea); rimane anche aperta la questione dei titoli relativi a Conservatorio e Belle Arti e all'ISEF i quali, secondo l'Amministrazione, sono stati equiparati dalla legge alle lauree triennali di primo livello che attualmente non costituiscono titolo sufficiente per l'accesso alle dirigenze. Gestione del concorso L'intera procedura concorsuale e le successive fasi di formazione si svolgeranno a livello regionale. Fasi della procedura concorsuale Le fasi del concorso si articolano nel modo seguente. a) Selezione per titoli. Con tale fase si individueranno i candidati che parteciperanno al concorso di ammissione. Le commissioni valuteranno i titoli presentati dai candidati tenendo presente che nella tabella allegata al bando è previsto il punteggio complessivo di 20 punti di cui 9 riservati alla valutazione dei titoli culturali. Sarà ammesso alle prove concorsuali un numero di candidati pari a cinque volte il numero dei posti messi a concorso. b) Concorso di ammissione. Il concorso si articola in due prove scritte e una orale. Le prove scritte, uniche per i tre settori formativi, si svolgono in distinte giornate. La prima prova, finalizzata alla verifica delle competenze culturali, consiste nella stesura di un saggio. La seconda prova, finalizzata alla verifica delle competenze professionali, consiste nella predisposizione di un progetto. Sono ammessi alla prova orale i candidati che riportano un punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle prove scritte. La prova orale si articola in due parti: - la prima comprende un colloquio di gruppo (al massimo 6 candidati), consistente nella discussione su un tema proposto dalla Commissione; - la seconda in un colloquio individuale nel quale sono discussi e analizzati due quesiti estratti a sorte dal candidato. La valutazione della prova orale è espressa con unico voto e s'intende superata con un punteggio almeno 21/30. Per ciascun settore formativo è formulata una graduatoria dei candidati da ammettere al corso di formazione redatta sulla base della somma della media dei voti riportati nelle prove scritte e del voto riportato nella prova orale. Sono ammessi al periodo di formazione i candidati utilmente collocati in graduatoria nel limite dei posti messi a concorso maggiorati del 10%. c) Itinerario di formazione. Il periodo di formazione, della durata di nove mesi, prevede 160 ore di lezione frontale e 80 ore di tirocinio. L'attività di formazione prevederà moduli di formazione comune per tutti i settori formativi e moduli di formazione specifica per ciascun settore formativo. d) Esame finale. Al termine del periodo di formazione avrà luogo l'esame finale che si articola in una prova scritta e in una prova orale. La prova scritta verte sui temi trattati durante il periodo di formazione e s'intende superato se il candidato consegue il punteggio non inferiore a 21/30. La prova orale a cui partecipano i candidati che hanno superato la prova scritta, consiste: - nella presentazione e discussione del progetto presentato a conclusione del periodo di tirocinio; - nella discussione di tre quesiti relativi alla gestione dell'organizzazione scolastica, all'analisi del contesto esterno alla scuola e alla progettazione formativa, a temi di natura giuridica e finanziaria; - nell'accertamento della conoscenza della lingua inglese, con prevalente riferimento alla pratica informatica e dell'uso delle apparecchiature informatiche. Superano la prova orale i candidati che conseguono una votazione non inferiore a 21/30. e) Graduatorie finali. Sono compilate per ciascun settore formativo secondo la votazione complessiva della somma dei voti riportati nella prova scritta e in quella orale. Il bando, una volta acquisito il parere del CNPI, potrebbe andare in G.U. quanto prima (anche entro il mese di novembre). Le richieste dello SNALS-CONFSAL La nostra delegazione ha posto le seguenti richieste: - il numero degli ammessi alla procedura concorsuale, a seguito della selezione per titoli, venga portato ad almeno 8 candidati per posto. La Parte Pubblica ha dichiarato la propria disponibilità a valutare la nostra richiesta; - la ripartizione dei 1.500 posti a concorso tra le Regioni deve essere corrispondente a quella dei posti messi a concorso in occasione del corso-concorso riservato, in considerazione che l'attuale bando, anche se emanato in epoca successiva, era previsto nella disposizione legislativa che autorizzò il corso-concorso riservato; - fare chiarezza sui requisiti dei titoli di servizio e dei titoli culturali necessari per l'ammissione al corso-concorso; - prevedere un adeguato punteggio per tutte le attività di prestazione professionale ivi comprese quelle relative alla partecipazione agli organi collegiali di scuola e territoriali, nonché per tutte le attività che abbiano previsto anche il superamento di una prova selettiva; - l'attività di formazione sia organizzata con modalità che possano prevedere la frequenza dei corsisti per le attività ritenute strettamente necessarie, atteso che la sua durata appare eccessivamente lunga (9 mesi).

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO