Approfondimento della notizia pubblicata venerdì 17 dicembre 1999 - ore 00:00

Argomento: Argomento generale
Personale: Tutto il personale docente
Scuola: Settore secondario (scuola media inf. e sup.)

I 6 GIORNI DI FERIE
I cosiddetti “6 giorni di ferie” possono essere richiesti per due ragioni diverse: per ferie e per motivi personali o familiari. Se cambia la motivazione cambiano le condizioni per la fruizione.
I cosiddetti “6 giorni di ferie” possono essere richiesti per due ragioni diverse: per ferie e per motivi personali o familiari. Se cambia la motivazione cambiano le condizioni per la fruizione. · 1° caso: il motivo della richiesta è “per ferie” (p.e. …il sottoscritto chiede di fruire di un giorno di ferie…). Allora i 6 giorni possono essere utilizzati senza doverne documentare la richiesta, ma a patto che il dipendente possa essere sostituito senza oneri per lo Stato, cioè senza supplenze a pagamento. · 2° caso: il motivo della richiesta è “per motivi personali o familiari” (p.e. …il sottoscritto chiede un giorno di permesso per motivi personali o familiari…), in aggiunta ai”3 giorni di permesso retribuiti”. Non occorre che le motivazioni siano particolari né che siano debitamente documentate; cade allora qualsiasi interpretazione che attribuisca un certo potere discrezionale al capo d’istituto. Vale qualsiasi motivo, che peraltro può essere documentato al rientro oppure autocertificato, in base alle leggi vigenti. In tal caso è dovuto il supplente, quindi anche con oneri per lo Stato. -------------------------------------------------- Norme di riferimento: art.19 comma 9 CCNL del 4.8.1995; art. 21 comma 2 CCNL/95 come modificato dall’art. 49 lettera C del CCNL del 26.5.1999. --------------------------------------------------

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO