Approfondimento della notizia pubblicata venerdì 10 dicembre 1999 - ore 00:00

Argomento: Argomento generale
Personale: 7
Scuola: Settore secondario (scuola media inf. e sup.)

DICHIARAZIONE DEI SERVIZI
In data odierna, con nota 981, la Direzione del Personale ha comunicato che è stata avviata la procedura per una modifica del DPR 351/1998, inerente la proroga di un anno del termine dell'11 dicembre per la compilazione della dichiarazione dei servizi. Pubblichiamo la relativa nota che, aggiunge, fra l'altro, che la predetta dichiarazione è facoltativa.
MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Direzione Generale del Personale e degli AA.GG. ed Amm.vi Divisione XIII Prot. n. 981 Roma, 9 dic. 1999 Ai Provveditorati agli Studi LORO SEDI Oggetto: Dichiarazione dei servizi. Questa Direzione Generale ritiene opportuno fornire, anche in relazione alle richieste di chiarimenti pervenute, le seguenti ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei servizi di cui alla nota n. D13/1943 del 10 agosto 1999. La dichiarazione sui servizi precedenti e sui titoli culturali e professionali acquisiti si colloca in una prospettiva di semplificazione dei procedimenti relativi all'utilizzazione e alla mobilità del personale, al trattamento economico di servizio, alla definizione delle pensioni e del trattamento di fine rapporto (c.d. buonuscita), alla programmazione delle attività di formazione in servizio e alla partecipazione delle persone interessate a corsi di aggiornamento, specializzazione e riconversione professionale. Le procedure sinora seguite per disporre di tutte le notizie inerenti alla situazione culturale, professionale e di servizio del personale del comparto scuola non hanno consentito di raggiungere lo scopo dell'adozione dei provvedimenti di stato giuridico ed economico in modo tempestivo ed efficace, a causa della vasta gamma di posizioni individuali e dei rilevante numero di persone in servizio nella scuola, a vario titolo e in diversi periodi di tempo, con trattamenti retributivi e previdenziali che hanno subito profonde trasformazioni nel corso degli anni. E' stato predisposto, pertanto, un modello di dichiarazione dei servizi che potesse soddisfare le esigenze dell'Amministrazione e dell'utenza in tempi rapidi, una volta completato l'aggiornamento della base informativa. Le successive acquisizioni riguarderanno eventuali integrazioni o .modificazioni delle informazioni presenti nella banca dati. Nell'ottica di una tempestiva e snella azione amministrativa diretta a soddisfare con immediatezza gli innumerevoli interessi del personale della scuola si pongono le previsioni normative dell'art. 17 del C.C.N.L. del 26 maggio 1999 e dell'art. 35 del C.C.N.I. del 31 agosto 1999 che prevedono l'istituzione di un libretto personale informatizzato che dovrà contenere le competenze professionali, i titoli di studio e di aggiornamento, gli elementi per una veloce emissione di provvedimenti di stato giuridico ed economico. Per la relativa attività è prevista la realizzazione di un apposito progetto, con la partecipazione delle organizzazioni sindacali. Ad avviso della scrivente Direzione gli obiettivi prefissati potranno essere conseguiti soltanto con il concorso di tutte le componenti della scuola. Allo stato attuale la dichiarazione dei servizi, debitamente compilata dagli interessati per i servizi e/o periodi anteriori all'assunzione in servizio nel ruolo attuale o come supplente annuale o fino al termine delle attività didattiche - nel quadro 1 possono essere indicati anche altri titoli conseguiti dopo tale assunzione -, va trattenuta d'ora in poi agli atti delle singole istituzioni scolastiche in originale e non in copia, a differenza dell'indicazione fornita con la nota n. D13\1943 del 10 agosto 1999. Deve essere, invece, trasmessa al competente Provveditorato agli Studi, conservando una copia agli atti della scuola, la dichiarazione dei servizi di conferma o di integrazione di quella precedente prodotta per la valutazione di servizi e/o periodi per il trattamento di quiescenza, qualora non siano stati adottati i relativi provvedimenti, essendo ancora tali uffici scolastici periferici competenti in materia. La conferma o integrazione di quanto dichiarato precedentemente costituisce una facoltà concessa dall'art. 3 del D.P.R. 28 aprile 1998, n.351, regolamento sul trattamento di quiescenza del personale della scuola; di tale dichiarazione il personale può avvalersi ai fini della valutazione di servizi e periodi per la pensione entro il termine fissato dallo stesso regolamento (11 dicembre 1999). Su questo specifico argomento si comunica che è stata avviata la procedura, in considerazione dell'elevato numero di persone interessate, dell'ampia varietà di posizioni individuali, della non sempre facile compilazione dei quadri della dichiarazione, per una modifica del citato D.P.R. 351/1998 inerente la proroga di un anno del suddetto termine dell'11 dicembre 1999, che le SS.LL. vorranno tener presente sin da ora. Si prega dare alla presente la massima diffusione con ogni urgenza. Il Direttore Generale (Michele Paradisi)

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO