Approfondimento della notizia pubblicata giovedì 26 giugno 2003 - ore 00:00

Argomento: 26
Personale: Tutto il personale NON docente
Scuola: Tutti gli ordini e gradi di scuola

UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE
La domanda scade il 12 luglio 2003. Le “novità” per gli ATA.
Il 20 giugno 2003 è stato sottoscritto il testo definitivo del contratto sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2003/04. La data fissata per la presentazione della domanda da parte degli interessati è il 12 luglio 2003. Ecco le principali novità: PERSONALE ATA · nel personale destinatario delle utilizzazioni (art. 11) sono inseriti: - il direttore dei servizi generali e amministrativi dichiarato inidoneo a svolgere le mansioni del profilo di appartenenza che cessa dal collocamento fuori ruolo; - il personale ATA che, dichiarato inidoneo a svolgere le mansioni del profilo di appartenenza, svolge mansioni di altro profilo comunque coerente e che cessa dal collocamento fuori ruolo; - il personale ATA dichiarato inidoneo a svolgere le mansioni del profilo di appartenenza che cessa dal collocamento fuori ruolo, qualora non soddisfatto della sede assegnata, abbia chiesto di partecipare ai movimenti e non abbia ottenuto alcuna delle sedi richieste con la domanda di trasferimento. Il direttore dei servizi generali ed amministrativi che cessa dal collocamento fuori ruolo quello riconosciuto comunque inidoneo sarà utilizzato su posto vacante o disponibile di altro profilo. Il personale ATA inidoneo che cessa dal collocamento fuori ruolo e utilizzato secondo quanto indicato dalla certificazione medica e dal relativo contratto sulla base dei criteri stabiliti dal contratto di istituto; · nelle disponibilità (art. 12) sono da comprendere i posti di titolarità dei dsga inidonei e del personale inidoneo al proprio profilo utilizzato in profilo coerente; · nelle assegnazioni provvisorie (art. 18) c’è omogeneità con le disposizioni previste per i docenti; · per l’assegnazione del personale ATA alle sedi associate, alle succursali ed ai plessi, nel caso in cui il contratto d’istituto non venga definito, il dirigente scolastico si atterrà ai seguenti criteri: a) maggiore anzianità in servizio b) mantenimento della continuità nella sede occupata nel corrente anno scolastico c) disponibilità del personale stesso a svolgere incarichi specifici previsti dal CCNL; · precedenze nelle operazioni di utilizzazione e di assegnazione provvisoria (art. 19), è stata introdotta quella per il personale ATA inidoneo a svolgere mansioni nel proprio profilo che svolge mansioni di altro profilo e che chiede l’utilizzazione nella scuola di precedente utilizzazione; · nella sequenza operativa (art. 20) sono state inserite: - l’utilizzazione nella scuola di precedente utilizzazione del personale ATA inidoneo; - la possibilità in sede di contrattazione regionale, di disciplinare forme di utilizzazione del personale soprannumerario appartenete ai profili di infermiere, cuoco e guardarobiere. · alla tabella di valutazione dei titoli sono state apportate le seguenti precisazioni: - ai direttori dei servizi generali e amministrativi compete la valutazione anche del servizio effettivamente prestato successivamente alla decorrenza giuridica nella nomina nel profilo di responsabile amministrativo; - al personale transitato dagli enti locali allo Stato compete il punteggio per la continuità del servizio prestato nel profilo di appartenenza nel comune di attuale titolarità anche per il servizio prestato alle stesse condizioni quale dipendete degli enti locali; - è valutato punti 2 per ogni frazione superiore a 15 giorni il servizio prestato dal personale durante il periodo di collocamento fuori ruolo ai sensi dell’art. 23, comma 5, del CCNL 4/8/1995, in mansioni del profilo di appartenenza o in altro profilo comunque coerente; - il servizio prestato in qualità di incaricato ex art. 5 dell’Accordo 8/3/2002, è da valutare con lo stesso punteggio previsto per il servizio non di ruolo. Tale servizio, qualora abbia avuto una durata superiore a 180 giorni, interrompe la continuità. · Entro 30 giorni dalla sottoscrizione del contratto sugli utilizzi e comunque in tempo utile per l’avvio del prossimo anno scolastico, le parti definiranno in sede di contrattazione le modalità di sostituzione del direttore dei servizi generali ed amministrativi.

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO