Approfondimento della notizia pubblicata mercoledì 10 novembre 1999 - ore 00:00

Argomento:
Personale: Tutto il personale docente
Scuola: Settore secondario (scuola media inf. e sup.)

CORSI ABILITANTI RISERVATI
Il MPI rivede la sua decisione di escludere i docenti che hanno prestato servizio in un solo ordine di scuola. Nessun problema per i precari; per loro i corsi inizieranno comunque a novembre. Maldestro tentativo di “appropriazione indebita” da parte di una sigla sindacale.
CORSI ABILITANTI RISERVATI - Il MPI rivede la sua decisione di escludere i docenti che hanno prestato servizio in un solo ordine di scuola. - Nessun problema per i precari; per loro i corsi inizieranno comunque a novembre. - Maldestro tentativo di “appropriazione indebita” da parte di una sigla sindacale. L’Ordinanza Ministeriale 153/99 esclude dal concorso i docenti che hanno prestato servizio in un solo ordine di scuola e che chiedono di conseguire l’abilitazione per altro ordine in cui non hanno mai insegnato. E’ il caso, per esempio, degli insegnanti elementari di ruolo, con il possesso di una laurea, che non hanno prestato neppure un giorno di servizio nelle scuole medie o superiori. Prima dell’emanazione della O.M. citata lo Snals, insieme agli altri sindacati, per la verità, aveva chiesto di consentire ai docenti in possesso dei requisiti di servizio (indipendentemente dall’ordine di scuola) e dei titoli di accedere al corso. L’Amministrazione, come è noto, aveva negato questa possibilità. Avverso questa decisione lo Snals ha presentato centinaia di ricorsi tramite lo studio legale Rienzi. Ora il MPI sembra intenzionato a riaprire i termini eliminando la questione del “cumulo” e liberalizzando, quindi, l’accesso ai corsi. In tale situazione è orientato ad avviare subito i corsi per i precari, che perciò non devono temere ritardi, rinviando i docenti di ruolo a tempi successivi. La posizione dello Snals è stata manifestata con chiarezza, anche con un telegramma al ministro della P.I., ed è la seguente: - abbiamo chiesto l’avvio contestuale dei corsi per il personale precario e per quello di ruolo, con domanda prodotta entro il 18 settembre 1999; - abbiamo espresso parere favorevole alla riapertura dei termini per il personale interessato. Questa è la vicenda, nella sua essenzialità. Eppure una sigla sindacale, in questi giorni, sta spacciando per vittoria sua questa riapertura dei termini. A noi pare un tentativo, maldestro, di “rimettersi in gioco”, dal momento che non aveva prodotto alcun ricorso, con ciò accettando supinamente la non condivisibile decisione ministeriale. Il MPI se tornerà sulle sue decisioni lo farà per evitare di essere soccombente di fronte a centinaia di ricorsi. Il resto è invenzione. Inutile. Mestre, 8 novembre 1999

 

 

home page

lA STRUTTURA

la scuola

IL personale

gli argomenti

l'attivita'

le schede

L'ARCHIVIO